Le origini del gelato si perdono nella notte dei tempi

Fin dai secoli più remoti alcune popolazioni praticavano la refrigerazione di alcune sostanze dolci soprattutto in Asia Minore, in Cina e in Egitto. La tecnica più usata era quella di mescolare la neve fresca con frutta e miele ottenendo quindi il  sorbetto che deve il suo nome proprio al temine arabo di “dolce neve” (sherbet). Probabilmente gli arabi importarono questa tecnica all’epoca della loro occupazione in terra di Sicilia.Quello che è certo è che la paternità del gelato moderno viene contesa da tre italiani: due fiorentini: Ruggeri e Buontalenti ed il siciliano Procopio dei Coltelli. Il periodo è quello Rinascimentale dei primi del Cinquecento tra la corte di Caterina De Medici e quella francese. Ancora oggi in Francia si può visitare il noto Café Procope (da Procopio appunto). I primi mantecatori erano dei mastelli di legno al cui centro veniva sistemata una sorbettiera in rame. Essa, attraverso alcune rotelle dentate mosse da una manovella, acquisiva un movimento rotatorio. Tra il mastello e la sorbettiera veniva messo del ghiaccio e sale che trasmetteva così il freddo al metallo della sorbettiera stessa. Il gelato veniva spatolato manualmente e rimosso dalle pareti ghiacciate per poi essere servito. Nel 1840 una donna americana, Nancy Johnson, inventò la sorbettiera a manovella. Naturalmente con il passare degli anni la tecnologia è venuta molto incontro al gelatiere artigiano ed oggi abbiamo macchinari che permettono lavorazioni veloci, sicure ed igienicamente ineccepibili. Accanto alla tradizione di bottega, quella tramandata di padre in figlio, nel dopoguerra è nata l’industria del gelato che si è sempre più sviluppata ed imposta, cercando addirittura di soppiantare quella artigianale. Attualmente il mercato del gelato è suddiviso intorno al 50% tra industria e artigianato. Ma la differenza tra i due prodotti è sempre più evidente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...